Glossario enologico

 
Termine Definizione

Damigiana

Vaso vinario in vetro di varia capacità in genere non > di 50 lt., questo recipiente è utilizzato principalmente per il trasporto destinato al vino da consumare giornalmente e njon per il vino da conservare.

Deacidificazione

Dopo una stagione fredda e piovosa le uve spesso non maturano del tutto e danno un vino troppo acido, sotto il controllo degli enti preposti è possibile ricorrere alla deacidificazione., ossia ai mosti si aggiungono prodotti naturali come tartrato neutro di potassio o carbonato di calcio con l'eventuale aggiunta di un sale doppio di calcio degli acidi d-tannico el-malico.

Debole

Vino carente in colore, alcol ed estratto secco, vino ottenuto da un'annata infelice.

Decantazione

Operazione che permette di separare il vino dai sedimenti contenuti nella bottiglia e dovuti all'invecchiamento, travasandolo in una caraffa opportuna.

Decanter

Termine inglese con cui si indica la caraffa di decantazione, in genere bottiglie di cristallo lussuose e molto raffinate.

Decolorato

E' un vino che anche alla vista di un profano appare decisamente stinto, nei vini vecchi la decolorazione è normale perché col tempo il colore tende a precipitare.

Decrepito

Vino troppo invecchiato.

Degustazione

Operazione mediante la quale gli specialisti valutano le caratteristiche organolettiche del vino, si compone di tre fasi: 1) analisi visiva per esaminare la limpidezza e la consistenza del vino 2)analisi olfattiva per valutare l'aroma ed il bouquet 3) analisi gustativa per percepire le differenti sensazioni prodotte dal mix di componenti che originano l'equilibrio di un vino.

Delicato

Un vino che ha caratteristiche di armonia, di finezza e di pregio.

Denominazione di Origine

Introdotta per la prima volta in Italia nel 1963 ed è il primo fondamento a garanzia della quantità del vino. Le denominazioni sono due la DOC ( denominazione di origine controllata ) ,tramite la quale un produttore si impegna a rispettare le norme indicate da un preciso disciplinare di produzione, e la DOCG 8denominazione di Origine Controllata e Garantita) che prevede regole più rigorose e un sigillo dello stato sul tappo, ad indicare che ogni partita di vino è stata controllata ed approvata prima dell'imbottigliamento.

Denso

Vino ad alto contenuto di glicerina, che da al palato una piacevole sensazione vellutata.

Dessert (vino da)

Vino che accompagna la portata conclusiva del pasto, solitamente è dolce, semidolce o liquoroso, ve ne sono di vari tipi a seconda del dolce che devono accompagnare.

Difetti del vino

Anomalie dovute a contaminazioni varie non microbiche, che intressano soprattutto l'odore e il sapore del vino e possono essere causati o da cattiva conservazione dei recipienti o da una cattiva pulizia degli stessi, in questa categoria rientrano l'odore di tappo, di muffa ed i sapori metallici, svaniti ed ossidati.

Diradamento

Operazione con cui elimino parte degli acini, tramite cesoie, di un grappolo troppo compatto, per far sviluppare meglio quelli che restano.

Disarmonico

Vino dal gusto sbilanciato.

Indietro Nessuna pagina precedente 1 2 Pagina Successiva Avanti
Trovate 20 rispondenze. Pagina 1 di 2 totali.